System Integrator con specialità Apple

Che cosa è un System Integrator? 

Per gestire il parco macchine Apple, che diventa sempre più numeroso in tante realtà produttive, le grandi aziende si affidano spesso a specialisti IT (Information Technology) e consulenti, ma soprattutto alle aziende cosiddette “System Integrator”

Fino a qualche anno fa la qualifica “System Integrator” poteva essere applicata ad aziende informatiche al cui interno i grandi clienti potevano ritrovare tutte le competenze per soddisfare qualsiasi esigenza tecnologica. 

Oggi invece sono frequenti specializzazioni differenziate anche all’interno del panorama delle aziende cosiddette System Integrator, vista l’evoluzione tecnologica veloce e multiforme nei vari settori.

Una di queste specializzazioni riguarda il mondo Apple, nel quale i grandi gruppi industriali si trovano immersi quasi senza accorgersi: si parte da qualche iPhone, per proseguire con i Mac per il reparto grafico, fino ad arrivare alle centinaia di iPad in dotazione ai venditori o ai divulgatori scientifici. I responsabili IT sentono quindi il bisogno di conoscere meglio la logica dei dispositivi Apple e di approfondirne le dinamiche di integrazione in ambienti misti.

Le competenze richieste ai System Integrator

Per possedere queste competenze i grandi gruppi industriali si affidano ai System Integrator specializzati sulle tecnologie Apple, che siano in grado di dare supporto in tutti questi processi:

  • helpdesk di primo livello (risposte immediate ai dipendenti che segnalano problematiche) 
  • helpdesk di secondo livello (escalation a tecnici preparati per situazioni complesse)
  • gestione sincronizzata dei dispositivi con MDM (Mobile Device Management)
  • processi di validazione delle App enterprise con Xcode Server

Per tutti questi aspetti è necessario un continuo aggiornamento attraverso i corsi di formazione Apple che mirano ad allineare gli specialisti IT sugli aggiornamenti tecnologici proposti dal marchio.

Su questi temi la proposta di Espero è particolarmente indicata per i System Integrator e per le realtà consulenziali: da trent’anni infatti il team dei docenti certificati ACT (Apple Certified Trainer) progetta e propone per Espero i corsi di approfondimento e di certificazione sui sistemi operativi macOS e iOS. Numerosi infatti sono i system integrator italiani passati per le nostre aule , anche quelle virtuali.

 

Affiancare grandi aziende per tecnologie Apple

Vediamo da vicino quali sono le principali esigenze delle grandi aziende e come un System Integrator può prepararsi a fornire assistenza sul campo.

Innanzitutto è importante che l’helpdesk abbia una forte esperienza di uso dei dispositivi Apple e una conoscenza tecnica del sistema operativo macOS, nonché delle novità tecnologiche montate sulle ultime macchine. A partire dal 2020 infatti il chip M1 sta rivoluzionando l’architettura hardware con ripercussioni anche sul sistema operativo, per non parlare dell’universo AirTag, novità del momento.

Ma non basta. 

Una conoscenza approfondita e completa del sistema operativo è indispensabile per il tecnico helpdesk di secondo livello: si va dalla network configuration al system management fino alla capacità di affrontare le principali casistiche e problematiche per impostare un corretto troubleshooting, come proposto nel corso ufficiale Apple per tecnici macOS.

 

Inoltre sta diventando centrale una professionalità specifica sul tema  MDM, tecnologia che riguarda tutti i dispositivi informatici (non solo smartphone e tablet) per garantire processi fondamentali: 

  • deployment per la distribuzione automatica di app e profili
  • sicurezza per casi di smarrimento, furto e attacchi informatici
  • sincronizzazione centralizzata 

sono tra i processi più importanti da gestire in presenza di un parco macchine numeroso. 

Le grandi aziende adottano il programma di gestione più adatto a loro (per citarne solo alcuni: Maas, Workspace ONE che prima si chiamava AirWatch, Mobileiron) ma il tecnico deve conoscere anche il comportamento specifico che i dispositivi Apple avranno interagendo con quel determinato programma MDM, come proposto nel corso ufficiale Apple per il device management

Un esempio su questi temi è la procedura zero-touch che il tecnico deve conoscere per velocizzare l’attivazione dei nuovi apparecchi in azienda.

 

Infine alcune grandi aziende hanno l’esigenza di pubblicare molte app ogni anno, sia per il pubblico (attraverso la pubblicazione su App Store), sia per la gestione interna aziendale (attraverso la modalità enterprise) o addirittura con il nuovo processo di Custom Apps da sviluppare per terzi.

Anche per queste competenze esistono moduli formativi basati sul linguaggio Swift con il framework Xcode e Xcode server per approfondire gli aspetti di validazione formale delle App per l’analisi, il testing e l’archiviazione: con un processo di integrazione continua (Continuous Integration) si lavora su Xcode controllando un repository di codice sorgente che viene inviato a Xcode Server per l’elaborazione.

 

Quando serve il cacciavite: competenze hardware

applecare_esperoPer gestire l’assistenza e la riparazione dei dispositivi informatici la scelta più sensata è affidarsi ad un ente esterno, meglio ancora se certificato AASP (Apple Authorized Service Provider).

Ciononostante il reparto IT delle realtà industriali ritiene utile avere anche nel proprio team interno qualche tecnico informatico esperto di smontaggio e riparazione dei dispositivi Apple, che sia in grado di interfacciarsi al meglio con la società di servizi che offre assistenza e che possa effettuare diagnosi veloci attendibili, utilissime per risparmiare tempo e risorse.

Il corso ufficiale per diventare tecnici certificati Apple offre una conoscenza approfondita sulle logiche di costruzione e sui meccanismi di funzionamento come sono stati ideati da Apple: questa conoscenza porta il tecnico certificato a sviluppare una maggiore capacità di “scovare” problemi e guasti (troubleshooting) con diagnosi veloci. La formazione prevede infatti molte esercitazioni pratiche e simulate su casi reali e prove tecniche con cacciaviti e attrezzi dedicati.

 

Apple investe continuamente in innovazione e chiede che i propri tecnici e i System Integrator siano allineati a questo stile professionale. Ecco alcuni corsi disponibili anche in aula virtuale:

 

Ciao,
come possiamo aiutarti?
Chat
Valutazione di Google
4.9
Basato su 129 recensioni