20 Dic 2022

Perché passare al Mobile Device Management

Perché passare al Mobile Device Management

L’interesse da parte delle aziende (ma anche delle scuole) rispetto al Mobile Device Management, ovvero alla gestione remota dei dispositivi, sta crescendo in maniera esponenziale.

Da anni i diversi MDM presenti sul mercato si evolvono senza sosta abbracciando sempre di più le esigenze delle organizzazioni e aggiungendo nuove funzionalità e strumenti messi a disposizione dai framework rilasciati dalle case madri dei sistemi operativi più diffusi.
Con l’apertura allo smart working da parte delle aziende di ogni settore l’MDM, sembra essere diventato non più un accessorio molto evoluto, ma uno strumento fondamentale per garantire e aumentare la produttività con una sensibile riduzione dei costi.

Che cos’è un MDM e a cosa serve

Un MDM è un sistema che permette alle aziende di configurare, monitorare e gestire tutti i dispositivi aziendali direttamente da un pannello di comando.
Vediamo quali sono i motivi principali per i quali un’azienda sceglie, o dovrebbe scegliere, di passare al Mobile Device Management:

Setup

Scenario: la mia azienda sta assumendo delle nuove risorse. Per renderle operative sin dal primo giorno sarà necessario configurare i loro dispositivi entro la data del loro onboarding.

La configurazione manuale di ogni dispositivo è un processo altamente ripetitivo e con numerosi tempi morti. Magari devo configurare diverse decine di dispositivi da solo. Oppure non ho ricevuto il giusto preavviso per programmare l’attività e terminarla entro la data utile. Oppure alcuni di questi dispositivi andranno spediti altrove in altre sedi dell’azienda o a casa dei nuovi assunti perché lavoreranno in smart. Oppure -non improbabile- tutte e tre le cose insieme!

Risultato: sono spacciato! A meno che non disponga di un sistema di Mobile Device Management.

Attraverso il pannello di amministrazione del server MDM potrei assegnare i dispositivi ai nuovi utenti, creare e assegnare i profili di configurazione che verranno acquisiti autonomamente dal dispositivo alla prima connessione con una rete internet.

In questo modo posso preparare la configurazione dei nuovi utenti locali sul computer o configurare utenti di rete con il mio Identity Provider, installare applicazioni sia commerciali che custom, aggiungere contenuti, modificare impostazioni o effettuare configurazioni particolari come ad esempio la VPN aziendale.

Posso scegliere lo sfondo scrivania degli utenti (ad esempio il logo dell’azienda) o abilitare restrizioni sul dispositivo.

Tutto questo senza toccare né vedere il dispositivo.

Questo fa sì che tutti i device, inclusi quelli per i nuovi dipendenti in smart working o situati nelle altre sedi, non dovranno passare per le mie mani ma potranno essere spediti direttamente al destinatario, con un risparmio di tempo e di denaro. La configurazione verrà applicata in automatico all’avvio.

Se vuoi approfondire questa funzionalità visita il nostro articolo Apple zero-touch: il tuo iPhone è già pronto per te.

Gestione del software e dei contenuti

Perché passare al Mobile Device Management

Nelle aziende è complicato far sì che tutti i dispositivi abbiano sistema operativo e applicazioni aggiornati tutti nella stessa versione, che sia la più recente oppure no.

In quelle più piccole perché di solito non c’è una persona preposta, in quelle più grandi perché il numero di dispositivi è così vasto che non si fa in tempo a concludere il processo che sarà già necessario ricominciare daccapo con altri nuovi aggiornamenti.

Attraverso un MDM tutto è più semplice:

  • posso effettuare o programmare gli aggiornamenti di sistemi operativi e applicazioni da console
  • posso verificare in ogni momento quali dispositivi non sono in linea con gli altri e intervenire da remoto riducendo al minimo il fermo macchina degli utenti
  • attraverso il raggruppamento (per tipologia, ruolo dell’utente, dipartimento o sede) posso effettuare operazioni di massa, anche su centinaia di dispositivi, in pochi click

In questo modo il numero di dispositivi in gestione ad una singola persona o a un piccolo team può aumentare esponenzialmente avendo un impatto minimo (a volte nullo) sull’effort richiesto, sulle tempistiche di azione e sui costi di manutenzione.

Sicurezza e privacy

Può capitare che per superficialità o per dolo l’utilizzo dei dispositivi aziendali e dei dati al loro interno possa essere messo a rischio.

Grazie ai sistemi MDM l’azienda potrà avere la possibilità di alzare le proprie barriere di sicurezza per prevenire questi eventi.

Alcuni esempi diffusi sono:

  • regole per la scelta della password di login o del codice di accesso
  • eliminazione automatica di tutti i dati dopo un numero di tentativi di accesso falliti consecutivi
  • tempo massimo di inutilizzo concesso prima dello standby
  • inibizione dello scambio dati verso dispositivi non autorizzati
  • utilizzo forzato della VPN aziendale
  • attivazione e configurazione forzata e dei sistemi di sicurezza integrata (come Firewall e FileVault per macOS che consente all’azienda di avere in console anche una copia della chiave di recupero per poter decifrare il disco anche senza il supporto dell’utente)

oppure potrà compiere alcune operazioni per risolvere o limitare situazioni già in corso come:

  • attivare il Lost Mode sul dispositivo ed eventualmente localizzare il device
  • ripristinare completamente il contenuto del dispositivo da remoto mettendo in sicurezza i dati

Queste sono alcune delle funzionalità di sicurezza e privacy governabili da un MDM ma ce ne sono moltissime altre come. Alcuni MDM integrano alcune funzionalità di Mobile Threat Defence (MTD) e protezione da malware o spyware.

Se vuoi conoscere di più sul mondo del Mobile Device Management partecipa al nostro Corso Apple Deployment and Management tenuto dai nostri consulenti e tecnici certificati Apple.

Quali sono i vantaggi di un MDM

Una soluzione MDM copre quindi diverse esigenze, non è detto che l’azienda necessiti di tutte le funzionalità messe a disposizione, infatti molti MDM sul commercio offrono diverse versioni del prodotto, dalle entry level che spesso sono gratuite, almeno per un numero limitato di licenze, alle soluzioni enterprise, decisamente più costose ma con il massimo di funzionalità. Nel mezzo ci sono tutte le sfumature pensate per coprire l’intero mercato business e edu.

Spostandoci dalle funzionalità ai vantaggi analizziamo quindi perché abbracciare una soluzione MDM e quali vantaggi porta ai tre principali player coinvolti:

Vantaggi per le aziende

  • Riduzione dei costi per configurazione e manutenzione dei dispositivi
  • Maggiore controllo sui dispositivi e sui dati in essi contenuti

Vantaggi per gli IT

  • Visibilità completa dello stato dei dispositivi da remoto
  • Deployment delle app e degli aggiornamenti con un click
  • Automazione delle procedure ripetitive
  • Azzeramento dei tempi morti
  • Meno ticket da gestire perché è possibile lavorare sulla prevenzione

Vantaggi per gli utenti

  • Essere sempre operativi sin dal day one in azienda
  • Avere sempre a disposizione i contenuti e gli strumenti necessari per lavorare al meglio
  • Sentire di poter lavorare al sicuro grazie agli strumenti di protezione e MTD

Se stai pensando di passare a una soluzione MDM e non sai a chi affidarti i nostri consulenti certificati possono darti supporto dalla fase di Discovery a quella di setup e manutenzione.

Contattaci senza impegno, siamo a disposizione!

Articolo di Gianni Bonura
Docente e Consulente Certificato Apple
Consulente, formatore e tecnico certificato Apple con esperienza decennale. Tutti gli articoli di Gianni Bonura »
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi rimanere aggiornato su novità e promo attive, iscriviti alla nostra newsletter (per te anche un codice sconto)!
Serve aiuto?
Chatta con noi
Valutazione di Google
4.9
Basato su 141 recensioni
js_loader