Come creare un ecommerce? Webinar e corso di formazione

eCommerce_marketing

Creare un ecommerce appare sempre più come una necessità in questi tempi, ma farlo richiede la conoscenza di alcuni elementi che vanno oltre la semplice scelta della piattaforma sui cui costruire il proprio ecommerce.

Come fare ecommerce? Se bastasse aggiungere la lettera “e” a tutti i termini del marketing tradizionale per riuscire a trasportare le conoscenze dal mondo “reale” a quello “digitale” probabilmente non ti staresti interrogando su come realizzare un sito ecommerce, ma, banalmente, staresti sfogliando qualche manuale stampato cercando di applicare quanto già noto ad un contesto piuttosto mutato.

Quella piccola “e” davanti a “commerce” invece racchiude un universo di elementi, di pratiche, di adattamenti e innovazione che nel mondo della vendita tradizionale è forse difficile rintracciare, così come è difficile ormai capire il confine tra online ed offline e le rispettive interazioni.

Ecommerce, grande occasione ma anche grande confusione: da dove partire?

L’ecommerce è un’opportunità per la tua impresa?
Meglio Amazon o un ecommerce proprietario?
Fare promozione sui Social o con la Seo?
Puntare sul valore o sul prezzo?

Abbiamo pensato a un webinar gratuito (24 marzo, ore 18) per rispondere proprio a queste domande e per aiutarti a capire se e come integrare il tuo modello di business attuale con il canale ecommerce. 

Webinar Espero sull'Ecommerce: tra miti, leggende e realtà

Vendere e acquistare online: la crescita dell’ecommerce

La distinzione fra mondo virtuale e mondo reale è ormai sempre meno netta. Sappiamo che quello che succede online è ormai molto reale e concreto; questo, ad esempio, è particolarmente vero quando si tratta di vendere o acquistare beni e servizi sul web. Il fatturato delle imprese che hanno una presenza online significativa tramite un sito ecommerce è di fatti ben tangibile, molto reale… e poco virtuale!
Ormai anche gli utenti meno “navigati” – il gioco di parole è voluto – sono in grado di fare acquisti online e la loro esperienza come consumatori è esattamente importante come quella di chi acquista nei negozi fisici.

Internet ha aumentato le opportunità, però, non solo per i consumatori, ma anche per molti altri attori della scena economica: liberi professionisti, ma anche piccole e medie imprese che oggi desiderano aprire un sito ecommerce o che ancora si domandano come creare un ecommerce per il proprio business.

È un fatto che il tasso di crescita dell’ecommerce in Italia sia a due cifre da sempre. Nel 2020 alcuni settori hanno toccato punte di crescita del 90 % (Fonte Dati Netcomm 2020). Come sfruttare questa opportunità?

Costruire un sito ecommerce da zero: da dove partire?

Investire in un software ecommerce piuttosto che un altro, sapersi posizionare in modo strategico, appoggiarsi ad Amazon oppure no…sono alcune delle domande da esplorare prima di creare un sito ecommerce. A queste, e ad altre domande, abbiamo dato uno spazio attraverso il nostro Corso e-commerce marketing lab.

Sappiamo infatti quanto oneroso possa essere creare un sito ecommerce da zero, oppure affinare la propria presenza online con una strategia che riesca ad ottimizzare risorse scarse come tempo e denaro.
Per queste ragioni abbiamo deciso di fornirti un percorso con Fabio Scafoletti (non solo docente con anni di esperienza, ma anche imprenditore nel settore dell’e-commerce marketing): saprà orientarti e aiutarti a capire se l’ecommerce è effettivamente un’opportunità per la tua impresa e ti fornirà tutte le informazioni su come gestire un ecommerce che funzioni. Qui trovi il programma completo del corso.
Ad esempio, parleremo di che piattaforma scegliere, di come promuovere la tua attività online sui Social o con la Seo, di come organizzare i contenuti e il processo d’acquisto, ma non prima di aver analizzato il mercato, i trend e i competitor. Questo perchè chi ha un’attività deve saper comprendere e gestire questi aspetti complessi e superare la semplice domanda del “come creare un sito ecommerce.”
Capire il mercato, conoscere i trend ed i propri competitors sono variabili non di certo secondarie rispetto alla gestione di una piattaforma ecommerce.

Fare ecommerce, quindi, non è solo creare un sito di ecommerce, ma è anche comprendere come gestire le diverse leve: recensioni, immagini, testi, ad esempio.

L’importanza delle recensioni per le vendite/acquisti online

Pensiamo a uno dei meccanismi del marketing tradizionale: “il passaparola”. Intuitivamente siamo portati a pensare che questo elemento faccia parte, in maniera preponderante, solo delle esperienze di acquisto offline; un amico, un collega o un parente ci suggerisce di comprare quel prodotto e noi, fidandoci del nostro/ interlocutore/rice, non ci pensiamo due volte.
E nel mondo online? Nel mondo dell’ecommerce non avremo forse a portata di mano l’opinione di un amico o di una zia, ma ci affidiamo comunque alle opinioni di qualcuno, ovvero, chi ha già acquistato quel prodotto e ha lasciato una recensione sul nostro sito o su una piattaforma dedicata (o magari un social network).

Analizzare gli interessi del nostro target: cosa sono le e-tribe?

Torniamo alla nostra piccola “e” per un attimo. Nel mondo digitale gli utenti spesso si aggregano in vere e proprie comunità che, per gli studiosi del digital marketing, hanno il nome di “tribù” (e-tribe, appunto): accomunate da interessi, passioni e genere di acquisto similari, le tribù possono rappresentare una fonte di ricchezza quando siamo in grado di intercettarne i bisogni e i desideri…o molto semplicemente, quando siamo interessati a conoscere i trend del momento. Le e-tribe sono diverse dagli acquirenti del passato, del mondo pre e-commerce. Basti pensare come persone geograficamente lontane, di età e nazionalità diversa, possono essere unite tramite internet sulla base di un acquisto di un prodotto. L’ecommerce quindi deve tenere conto di relazioni e connessioni prima impensabili. Analizzare ‘antropologicamente’ il comportamento di questi utenti del web permette di estrarre dalle e-tribe informazioni significative da convertire in vantaggio competitivo.

L’esperienza di acquisto per i nostri clienti di ieri si mescola infatti con quella virtuale dei nostri acquirenti di oggi; un cliente può preferirci in un ambito piuttosto che in un altro e così l’intera customer experience è pervasa da continue contaminazioni, o meglio, sinergie, fra il reale ed il virtuale. Fra lo ieri, l’oggi ed il futuro: nel grande spazio rappresentato dalla piccola “e” in ecommerce.

Alla luce di queste considerazioni, le domande come fare ecommerce o quanto costa fare un sito ecommerce assumono probabilmente un altro peso ora.
Sono infatti diverse le piattaforme ecommerce che potete utilizzare (Magento, Prestashop, Woocommerce o Shopify), ma da sole non bastano per lanciare il tuo business online. Dovrai infatti essere in grado di analizzare il tuo potenziale e il tuo contesto: solo così potrai, senza infingimenti ed illusioni, realizzare il tuo progetto.

Quindi, se hai un sito web e una conoscenza base del digital marketing, il Corso e-commerce marketing lab farà proprio al tuo caso per esplorare e approfondire l’opportunità di dotarsi di un sito ecommerce e, soprattutto, come farlo funzionare al meglio.

Aggiungi alla tua crescita professionale e personale una “e”, stavolta, quella di Espero.

Ciao,
come possiamo aiutarti?
Chat
Valutazione di Google
4.9
Basato su 129 recensioni