Star Wars realizzato con DaVinci Resolve

Lo sapevi che…in una recente conferenza di Blackmagic a Los Angeles sono stati mostrati i segreti alla base della realizzazione di Star Wars: Gli ultimi Jedi, in particolar modo per quanto riguarda il colore ed il processo di finitura.
I Colorist Walter Volpatto e Joseph Slomka hanno affermato di aver utilizzato tre workstation all’avanguardia di DaVinci Resolve, ognuna con sei schede grafiche Nvidia Titan XP. Una workstation è stata dedicata esclusivamente a rendering, revisioni e QC (Controllo Qualità).
Walter ha eseguito il grading del film in Blackmagic DaVinci Resolve 14.
Il team ha adottato un accurato ed interessante approccio per il controllo di qualità, che si è svolto in tre parti. ll primo livello di QC è stato eseguito subito dopo la scansione del film, le immagini sono state introdotte in una workstation Resolve dove sono state fatte passare attraverso una pipeline HDR, la quale ha amplificato eventuali problemi di immagine (es. polvere, graffi) per risolverli tempestivamente.
Il secondo livello di QC è stato una singola esportazione HDR10 di DaVinci Resolve definita “madre”, dalla quale sono state generate tutte le versioni successive. Questo procedimento ha permesso una più facile propagazione delle correzioni creando una sorta di catena.
Il terzo livello di QC si è verificato durante la creazione delle versioni personalizzate assieme alla grande varietà di risultati finali per l’home video e le versioni in streaming.

Per scoprire tutte le altre curiosità leggi l’articolo con il video di Walter Volpatto.

Vuoi diventare anche tu un esperto Colorist DaVinci?
Scopri i corsi Èspero: