Maschere di luminosità in Photoshop

Tutorial sulle maschere di luminosità con Adobe Photoshop

Questa tecnica raffinata per utenti avanzati di Photoshop ci è illustrata dal nostro docente Matteo Masciotti, certificato Adobe ed esperto di Photoshop e Muse. Collabora, oltre che con Espero, con altri centri Adobe in Inghilterra. Appassionato di fotografia e di progettazione web è anche social media manager certificato Hootsuite.

Che cosa è il contrasto in una fotografia?

Nient’altro che il rapporto tra aree molto luminose e aree molto scure dalla nostra foto. In Photoshop possiamo ovviamente regolare il contrasto: aumentarlo per rendere le zone luminose ancora più luminose e quelle scure ancora più scure, oppure attenuarlo facendo rientrare nei mezzi-toni pixel mediamente luminosi, le aree più chiare e le aree più scure.

Aumentare il contrasto in Photoshop è piuttosto semplice usando i livelli di regolazione: “valori tonali”, o , il più intuitivo , “curve”. Nella fotografia ritrattistica a volte è utile aumentare il contrasto per rendere la nostra composizione più armonica e aggiungere quel “volume” e quella tridimensionalità che per natura è assente in uno spazio bidimensionale, come appunto, quello della foto.

Se aumentiamo però il contrasto con una curva senza usare una maschera e senza avere cura del metodo di fusione con cui applichiamo la regolazione rischiamo di “bruciare” la nostra foto in termini di luminosità e di colori.

Esiste un metodo per evitare tutto questo? Si, usando il giusto metodo di fusione e le maschere di luminosità.

Cosa sono le maschere di luminosità e come crearne una.

Nella nostra foto sono già disponibili informazioni sul grado di luminosità dei pixel; se andiamo nel pannello ‘canali’ abbiamo due modi per estrarre queste informazioni e ricavarne quindi una maschera di luminosità:

a)Tenere premuto CMD/CTRL quando si clicca la miniatura RGB nel pannello canali (come in Figura 1)

Oppure…

b) premere la seguente combinazione di tasti CTRL +ALT+2 in windows, CMD+ALT+2 in Macintosh.

figura1

Figura 1

Quella che vedrete crearsi sarà una selezione delle zone più luminose della foto (Figura 2) che possiamo sfruttare per generare una maschera semplicemente cliccando un livello di regolazione dal pannello “regolazioni” come CURVE. Ore le vostre curve sono associate ad una maschera, in scala di grigi, visibile nel pannello livelli.

figura-2

Figura 2

Provate ora a modificare la curva creando la classica forma a S che serve ad aumentare il contrasto.

figura-3

Figura 3

Solo le zone più chiare della maschera saranno toccate da questa regolazione e il contrasto verrà quindi distribuito non più uniformemente e indistintamente su tutta la foto, ma solo sulle zone più luminose.

Osservate la GIF seguente per vedere la differenza che c’è tra l’applicazione del contrasto senza maschera di luminosità e con maschera di luminosità. L’effetto sarà un gradevole aumento della profondità dei toni senza la compromissione dell’intera foto.

gif-1-hd

Aumentare il contrasto, con o senza maschera, però, produce anche un effetto spesso indesiderato di trascinamento dei colori verso la saturazione. Quindi, ad esempio, nelle zone dove il tono diventa più scuro i colori appaiono anche più saturi. Per evitare questo problema dobbiamo usare un metodo di fusione che, applicato alle nostre curve, faccia in modo che quest’ultime agiscano solo sull’informazione di luminosità.

Basta andare nel pannello dei livelli, selezionare le curve e scegliere dal menu a tendina in alto, dove c’è scritto “normale”, la voce “Luminosità”: il gioco è fatto!
Controllate voi stessi l’effetto di questa fusione fra pixel con questa gif:

gif-2-hd

Gli argomenti trattati in questo breve tutorial sono approfonditi nei corsi Adobe Photoshop  CC intermedio e Adobe Photoshop avanzato tenuti da Espero a Milano e disponibili a calendario.

Valutazione di Google
4.9
Basato su 87 recensioni