Photoshop e Illustrator vanno di moda

Photoshop e Illustrator vanno di moda

Quella che vogliamo raccontarvi oggi è una storia fatta di tradizione, ma anche di futuro.
È una storia di fili che si intrecciano, perché riguarda una grande azienda italiana, famosa per le proprie confezioni e per i grandi marchi con i quali firma i propri capi.
Questa, però, è anche la storia di un’azienda che, ad un certo punto della propria crescita, ha voluto coniugare l’arte del disegno manuale e dei modelli sartoriali con le più moderne tecnologie in fatto di prototipazione e disegno, grazie a corsi di formazione specifici sui software Photoshop e Illustrator di casa Adobe.

Da Taglia e Cuci a CTRL+V e CTRL+C

Protagonista di questa storia è una grande azienda di confezioni e di capi d’alta moda che, un giorno, si è resa conto di trovarsi sulla soglia di un importante cambiamento.

Questa azienda aveva, alle proprie spalle, un glorioso passato. C’erano gessi e righe con i quali, da sempre, avevano preso forma modelli e figurini. E c’erano tradizioni e modi di lavorare ormai consolidati, seppur legati a strumenti che iniziavano a sentire il peso del tempo.

E, poi, c’era un luminoso futuro, popolato dalle opportunità che le nuove tecnologie avrebbero potuto portare nell’ambito della prototipazione e del disegno di modelli e capi d’abbigliamento. C’era la voglia di mettere al proprio servizio tavolette grafiche e software, computer e applicativi potenti, come Adobe Photoshop e Adobe Illustrator.

Un corso Adobe personalizzato, cucito su misura

Da questa consapevolezza è nata l’esigenza di contattare qualcuno che potesse formare il personale, portando know-how e competenze all’interno dell’azienda. E, così, siamo stati chiamati a sviluppare un percorso formativo che, seppur basato su corsi disponibili a catalogo, fosse personalizzato per rispondere alle specifiche esigenze di una azienda di moda.

Ambrogio Braghetto (Responsabile Corsi) e Luca Fiammenghi (Adobe Certified Instructor), hanno mostrato al cliente le potenzialità di Photoshop e Illustrator.

Tra le specifiche esigenze è emersa quella di poter ‘vedere’ un capo senza doverlo necessariamente costruire nel mondo reale. Un capo del quale fosse possibile avere una simulazione 3D, fedele e precisa, a schermo, così da poter applicare modifiche e variantature senza dover intervenire sulla stoffa, ma lavorando su ben più versatili pixel.

Proprio grazie ai nostri corsi di formazione, la potenza di Adobe Photoshop e la praticità di Adobe Illustrator sono entrate a far parte del valore di questo grande marchio italiano, che ha saputo riconoscere la propria necessità di doversi rimettere al passo con i tempi, per tornare a dominare il proprio tempo e un mercato in rapido cambiamento.

Il finale di questa storia, dunque, non è solo lieto, ma è anche intrecciato. Perché non è la storia di un superamento, né di un passato abbandonato in favore del futuro.
Questa azienda conserva ancora la propria storia e nei cassetti delle scrivanie ci sono ancora matite e disegni. Solo, si sono aggiunti gli schermi luminosi, le tavolette grafiche, i pixel scintillanti e la voglia di affrontare il domani con la consapevolezza di tutti gli ieri della propria storia passata.