20 Giu 2023

Creare immagini con App di Intelligenza Artificiale: qual è il futuro?

Creare immagini con App di Intelligenza Artificiale: qual è il futuro?

In questo articolo Margherita Zavatti, docente in ambito grafico e interior designer, ci spiega potenzialità e utilizzi delle principali app di IA per la creazione di immagini. 

Come nasce l’intelligenza artificiale

Per introdurre l’argomento ho interpellato direttamente l’intelligenza artificiale. Ho interrogato ChatGPT, un noto generatore di testo, sulla nascita dell’IA. La risposta è stata piuttosto lunga e articolata e, dopo averne verificato il contenuto, la riassumo di seguito.
Il termine intelligenza artificiale appare per la prima volta nel 1956, in un documento ufficiale della Dartmouth Conference, dove ricercatori di varie discipline si sono riuniti per esplorare la possibilità di creare macchine intelligenti, ovvero macchine in grado di eseguire compiti che richiedono l’intelligenza umana.
Partendo da programmi in grado di eseguire regole logiche per risolvere problemi, come la macchina di Turing, dalla sua nascita agli anni ’70 l’IA è arrivata a toccare aree come l’elaborazione del linguaggio, l’apprendimento automatico e ad affrontare compiti complessi.
Se negli anni ’80 e ’90 la ricerca ha avuto alcune battute d’arresto, l’interesse è rinato all’inizio del nuovo millennio. L’avvento dei Big data e lo sviluppo di algoritmi come il deep learning hanno rivoluzionato la ricerca e portato a risultati notevoli in vari settori.
Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale ha compiuto passi da gigante in diverse aree, tra cui la visione artificiale, la robotica e i veicoli autonomi. Anche Siri, Cortana e Alexa, sempre più presenti nel nostro quotidiano, sono esempi di IA.

Utilizzo delle app di IA per creare e modificare immagini

La foto del Papa in piumino griffato ha aperto il dibattito sulle immagini generate con l’ausilio dell’intelligenza artificiale, in quanto strumento ormai accessibile a chiunque.

In ambito grafico stiamo assistendo alla nascita di numerose app per la creazione di immagini. Il funzionamento di base è lo stesso per tutte le piattaforme: partendo da una descrizione testuale, l’app produce un’immagine che risponde, in modo più o meno fedele, alla descrizione data. Migliorando il testo (prompt) si ottiene man mano un risultato più vicino alle aspettative.
Provate ad immaginare un piccolo bungalow in legno, in montagna, in mezzo alla foresta e vicino ad un fiume… ho posto la stessa domanda a varie app e ognuna ha interpretato il tema in modo diverso.

Prompt: small wooden bungalow, in the mountains, in the middle of the forest, near a river

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Craiyon
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DeepAI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_AdobeFirefly
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_MIdjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_STARRY_AI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_AI_ARTA

Se chiediamo ora una lobby residenziale, con uno stile minimal e moderno, un banco in legno, luci di design e in generale la presenza di legno, pietra e vetro, il risultato dalle varie app, pur essendo sempre piacevole, presenta degli errori. Una ha confuso lo stile moderno con quello classico, un’altra ha confuso una lobby con una scuola, un’altra ancora propone lampade irrealizzabili.

Prompt: a modern and minimal residential lobby with a wooden desk, designer lights, wood, stone, glass

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_BING_con_DALL-E
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Craiyon
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DeepAI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Adobe_Firefly
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_AI_ARTA
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney

Come ultimo esempio descriviamo una sala riunioni con vetrate bianche, rosso scuro e grigio scuro e chiediamo l’inserimento anche di una lavagna con grafici e di sedie. Quest’ultima richiesta è stata necessaria perché, ad una prima prova, alcune piattaforme prevedevano tavoli ma non sedie, in una sala riunioni.

Prompt: meeting room with white, dark red and dark grey glass. With chairs, a blackboard with graphs

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Craiyon
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DeepAI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Adobe_Firefly
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_STARRY_AI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_AI_ARTA

Sperimentando richieste diverse sulle singole app, è facile notare come alcune rendano meglio i personaggi, altre lavorino anche sul lettering, altre ancora permettano di caricare proprie fotografie.
Piattaforme come DeepAI, Crayon o Dall-E, pur dando ottimi risultati, generano spesso errori. Di rado i volti sono realistici e di frequente anche gli oggetti non sono corretti. Nelle immagini qui sotto gli ombrelloni sono tutti diversi e in generale sbagliati nella geometria e la ragazza ha lineamenti non convincenti.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale

La maggior parte delle piattaforme non fornisce una risposta univoca, ma offre all’utente una rosa di quattro immagini, spesso molto diverse tra loro sebbene tutte rispondenti allo stesso testo.
Ecco, ad esempio, come Midjourney interpreta il prompt: case colorate su una roccia a picco sul mare, in stile disegno acrilico.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney

Utilizzo delle immagini create con IA

Mi limito a citare – senza entrare nel merito – la problematica legata al copyright, questione oggi aperta e controversa. Queste app si basano sul deep learning, ovvero sulla capacità di apprendere da grandi quantità di dati, quelli presenti in rete. Dunque, l’IA apprende dal lavoro che altri hanno pubblicato. Alcuni siti di vendita di immagini Royalty free prevedono già la possibilità di generare immagini da una descrizione, altri ancora accettano file creati con IA, purchè sia dichiarato.
Ad oggi i file che queste app producono sono per lo più di dimensioni medio-piccole e di qualità scarsa (1024x1024px e 72/96ppi), difficilmente utilizzabili in stampa; sono invece adatte ai social, a pubblicazioni online o per migliorare presentazioni con immagini accattivanti. Trattandosi di piattaforme in continua evoluzione, notiamo oggi come un numero sempre maggiore preveda la possibilità di acquistare immagini di dimensioni più grandi.

Interazione e integrazione tra IA e professione di grafici/creativi

Queste app riproducono e interpretano, a volte in modo strabiliante, il lavoro dell’uomo.
Il lavoro del grafico prevede però la realizzazione di un’immagine esatta, concordata con un team, a volte contenente un prodotto specifico, insomma, nulla che un programma di intelligenza artificiale sia in grado di fare. Oggi queste piattaforme sono utili a chi cerca foto evocative, immagini di ispirazione o oggetti da estrapolare.
Più interessante è l’inserimento dell’IA in software di grafica, campo su cui sta lavorando Adobe. Da maggio, nella versione beta di Photoshop, che da sempre anticipa le novità di quella ufficiale, è stata introdotta la funzione Riempimento generativo: la possibilità di riempire una selezione con un’immagine ottenuta da una descrizione.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_riempimento_generativo_in_Adobe_Photoshop
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_riempimento_generativo_in_Adobe_Photoshop

Per un’opportuna modifica e personalizzazione delle immagini del tuo progetto creativo, è necessario padroneggiare gli strumenti dei principali software di grafica creativa Adobe, in particolare Photoshop: durante i corsi Adobe Photoshop impari infatti ad utilizzare strumenti e regolazioni per creare fotomontaggi convincenti e per utilizzare risorse create con IA.

Alcune delle principali app per creare immagini con IA

Midjourney è probabilmente l’app più nota, utilizzabile tramite Discord. Il risultato delle immagini è ottimo, è possibile scrivere un prompt, caricare una propria fotografia o fonderne alcune insieme. Accetta la descrizione in numerose lingue, tra cui l’italiano, e spesso riesce a rendere immagini con una qualità fotografica identica alla realtà. Ho ottenuto facilmente ottimi risultati anche nella creazione di grafiche artistiche e ho testato la creazione di pattern con risultati molto piacevoli ma senza mai ottenere una texture replicabile.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Midjourney

DeepAI genera immagini di dimensioni piccole. Fuori dallo standard quadrato gli errori si moltiplicano. I risultati sono molto semplici. I personaggi, seppure ben realizzati, non vengono ambientati e sono di difficile utilizzo. Le immagini architettoniche sono di buon effetto ma non definitive.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DeepAI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DeepAI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DeepAI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DeepAI

DALL-E, testato sia sul sito openai.com che come generatore di immagini di Bing, produce lavori di ottima qualità. Non sempre la resa è fotografica, ma piuttosto artistica o fumettosa. Le immagini sono comunque molto piacevoli e ben utilizzabili.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DALL-E_BING
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DALL-E_BING
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_DALL-E_BING

CRAIYON: le opere con stile artistico sono di buona qualità, migliori di quelle fotografiche. L’anteprima è di dimensioni molto piccole e i tempi per realizzarla sono più lunghi delle altre piattaforme. Prevede una stringa di testo per escludere elementi indesiderati.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_CRAIYON
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_CRAIYON
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_CRAIYON

STARRY AI è disponibile anche per Android e iPhone, crea immagini con tre diversi stili: artistico, fotografico e illustrazione. La resa è ottima nello stile fotografico, soprattutto nel generare persone, ma è nettamente meno buona negli altri due casi. Ho trovato particolare difficoltà – maggiore rispetto ad altre piattaforme – ad ottenere risultati fedeli alla mia descrizione. È interessante invece la possibilità di importare un’immagine da rielaborare secondo un prompt. La piattaforma, in continua evoluzione, oggi prevede la possibilità di partecipare alla creazione di nuovi stili tramite Discord.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_STARRY_AI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_STARRY_AI
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_STARRY_AI

AI – ARTA, disponibile solo per iPhone, può creare sia un personaggio così come un’immagine. Prevede numerose opzioni, ma non riesce a rendere un effetto fotografico convincente neppure con lo stile realistico

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_AI_ARTA
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_AI_ARTA

STABLE DIFFUSION spazia da immagini fotorealistiche a immagini grafiche. Interessante soprattutto per la possibilità di essere installato, con plug-in esterni, in software con Adobe After Effect.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Stable_Diffusion
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Stable_Diffusion
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Stable_Diffusion

ADOBE FIRFLY Ho volutamente lasciato per ultima la piattaforma Adobe perché più ricca di strumenti e perché, a differenza delle altre, nasce specificatamente come strumento per creativi. È presente solo online in versione beta e per accedervi è sufficiente essere titolari di un account.
Una volta creata un’immagine da un testo, l’interfaccia dell’app si avvicina a quella di un software che lavora con preset, con la possibilità di applicare alla figura ottenuta stili, tecniche e variazioni di colore o luminosità.

Le immagini prodotte, che ad oggi non possono essere utilizzate per scopi commerciali, hanno una qualità ottima: con una buona descrizione è possibile ottenere un risultato molto vicino a quello atteso.
Ho generato alcuni pattern e nella maggior parte dei casi Firefly è riuscito a creare vere texture, ovvero ripetibili.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Adobe_Firefly
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Adobe_Firefly

Come detto gli strumenti presenti sono molteplici. Oltre a creare, l’app permette di modificare file esistenti. Con la stessa tecnologia sostituisce parti di una fotografia, creando uno sfondo, aggiungendo o modificando elementi, sempre digitando un testo.

Ancora, Firefly permette di generare scritte personalizzate con elementi grafici piuttosto che oggetti e con la possibilità di modificare effetti, font e stili una volta creato il testo.

Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Adobe_Firefly
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Adobe_Firefly
Creare_immagini_con_app_di_intelligenza_artificiale_Adobe_Firefly

Infine, la piattaforma lavora anche su immagini vettoriali attraverso il formato SVG, ricolorando la grafica caricata con una nuova palette colori definita dall’utente.
Nel corso di Illustrator base, software di grafica vettoriale per eccellenza, è possibile imparare gli strumenti necessari per creare loghi, icone o semplici illustrazioni.

A che punto siamo con le app di IA

Le app di intelligenza artificiale sono ormai una realtà destinata a crescere.
Secondo Gartner, se oggi meno del 10% della forza lavoro interagisce ogni giorno con strumenti di intelligenza artificiale, entro il 2030 l’uso dell’intelligenza artificiale crescerà fino all’80%. Il lavoro dei grafici e dei creativi non verrà stravolto, ma rimodulato: occorrerà imparare a lavorare fianco a fianco con l’IA, concentrandosi sulla cooperazione uomo-macchina.

I generatori di immagini AI permettono a tutti, democraticamente, di visualizzare rapidamente con un clic le proprie idee; i risultati ottenuti possono essere poi un punto di partenza su cui costruire un progetto creativo tramite le opportune modifiche e personalizzazioni, realizzabili solo da chi ha un background di esperienza e formazione in ambito grafico.

Molte piattaforme, ad esempio Canva, hanno già implementato queste funzioni tra i propri strumenti. Questo è il nostro corso dedicato: Workshop sull’Intelligenza Artificiale con Canva. 
Inoltre, nel nostro processo di costante revisione e aggiornamento dei programmi dei corsi, abbiamo previsto nel corso di Introduzione alla grafica l’utilizzo di alcune piattaforme per generare immagini, con la possibilità di applicare semplici lavorazioni con software quali Photoshop e Illustrator.

Ma, soprattutto, abbiamo creato un corso ad hoc, dedicato a professionisti di graphic design che vogliano imparare a sfruttare le funzionalità dell’AI di Adobe per migliorare il loro flusso di lavoro: Workshop sull’Intelligenza Artificiale: gli strumenti della suite Adobe.

I grafici sono in attesa di vedere quali migliorie verranno introdotte nei software specializzati e nel frattempo vale la pena familiarizzare con queste immagini.
Buon divertimento!

Margherita Zavatti Docente, Interior designer
Articolo di Margherita Zavatti
Docente, Interior designer
Dopo aver studiato allo IUAV, si trasferisce a Milano dove, collaborando con studi professionali, si occupa di Interior design, product design e progettazione grafica. Dal 2011 si dedica alla formazione professionale con corsi e consulenze in ambito grafico e disegno bi e tridimensionale. Dal 2020 è docente di progettazione grafica e disegno tecnico e progettuale in accademie di moda e di design. Tutti gli articoli di Margherita Zavatti »
Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi rimanere aggiornato su novità e promo attive, iscriviti alla nostra newsletter (per te anche un codice sconto)!
Serve aiuto?
Chatta con noi
Valutazione di Google
4.9
Basato su 147 recensioni
js_loader